Quanti condòmini sono necessari perché nasca un condominio?

On 18 Dicembre 2015
Viewed 1943 Times 0 Comments

Se i condomini sono più di due automaticamente esiste il Condominio presumendo che vi sono anche parti comuni in comproprietà. La costituzione del condominio avviene quindi di diritto nel momento in cui vi sono almeno due proprietari ed almeno due unità immobiliari distinte essendoci quindi una comproprietà di parti comuni in capo a diversi proprietari (l’art. 1117 del codice civile riporta un elenco esaustivo dei beni comuni.

In considerazione di quanto sopra nel caso prospettato non risulta necessaria nessuna formalità in quanto il Condominio risulta già di fatto costituito. Se il numero dei condomini è superiore a OTTO (quindi almeno NOVE condomini) è obbligatorio nominare un amministratore di condominio ed ogni partecipante al Condominio ne può pretendere la nomina.

L’amministratore, se esterno al Condominio, deve possedere i requisiti obbligatori previsti dalle lettere a),b),c),d),e),f) e g) dell’art. 71 bis disposizioni attuative del Codice Civile.

Se interno al Condominio all’amministratore condominiale non è richiesto il possesso dei requisiti previsti dalle lettere f) e g). E’ comunque consigliabile che chi gestisce un Condominio sia sempre informato dell’evolversi della normativa avvalendosi dalla consulenza delle strutture presenti sul territorio predisposte alla formazione ed aggiornamento degli Amministratori Professionali.

Was this answer helpful ? Yes / No

Comments are closed.

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e performante sul nostro sito.
Cliccando ok, concordi con la nostra politica sui cookie.
Ok